Your browser does not support JavaScript!

La storia del Tablao Flamenco Cordobes Barcelona

Tablao Flamenco Cordobes Barcelona è il tablao storico di Barcellona per eccellenza. Fondato nel 1970, sotto la gestione di una famiglia di artisti, ha attratto, dai suoi esordi, tutte le leggende del flamenco a Barcellona, proclamandosi come un punto di riferimento nel mondo del flamenco senza perdere nessun apice di autenticità, fedele alla sua eredità storica come tablao di flamenco.

Cos’è un tablao?

Tablao Flamenco Cordobes Barcelona è la biografia della famiglia Adame. Luis Adame e Irene Alba, coppia fondatrice del tablao, sono vissuti durante l’età d’oro del flamenco come artisti sui migliori palcoscenici dell’epoca, portando quell’esperienza e quel patrimonio culturale e professionale all’azienda dopo il loro ritiro dalle scene e il loro stabilirsi definitivamente nel mondo del flamenco di Barcellona.

Negli anni 70, la realtà socio-politica della città non era adatta ad un’offerta culturale come il tablao di flamenco, soprattutto a causa della morte ancora recente del dittatore Franco. Per la propria sopravvivenza, in modo camaleontico, lo sguardo della famiglia si è rivolto all’unico mercato possibile: il popolo gitano della Catalogna, il sud della Francia e metà Spagna.

1974 a 1980 – Ritiro artistico di Irene e Luis. Da imprenditori iniziano un ciclo di contrattazioni che portano al Tablao Flamenco Cordobes Barcelona l’enorme maggioranza degli artisti che oggi sono considerati vere leggende del flamenco: Camarón de la Isla, Farruco, Chocolate, Güito, Pansequito, Manolete, La Tati, Juan Villar, Turronero, Tomatito, Lole e Manuel o Bambino tra tanti altri, che culminerà con repetute esibizioni della ormai veneranda Manuela Carrasco, in piena giovinezza. Tablao Flamenco Cordobes diventa, negli anni della transizione democratica, il centro di appassionati cabales (esponenti del flamenco) più importanti della Spagna.

1980 a 1990 – Mila de Vargas si stabilisce come protagonista del palcoscenico del Tablao Flamenco Cordobes Barcelona. Vince nel 1982 due Premi Nazionali di Danza a Cordoba. Con Mila de Vargas come figura principale dello spettacolo, Tablao Flamenco Cordobes Barcelona si consolida come università del flamenco, creando una scuola e promuovendo giovani promesse del flamenco a Barcellona e del resto della Spagna, che successivamente diventeranno figure principali del flamenco internazionale, come Eva la Yerbabuena, Belén Maya, Israel Galván, La Susi, Miguel Poveda o Montse Cortés, tra tanti altri.

I GIOCHI OLIMPICI DI BARCELLONA

A partire dal 1992, dopo gli ufficialmente denominati Giochi della XXV Olimpiade tenutisi a Barcellona, la città inizia la sua lenta metamorfosi verso ciò che è oggi: una delle capitali del turismo mondiale. Tablao Flamenco Cordobes Barcelona è già da anni uno dei tablaos di maggior prestigio in Spagna e nel mondo. Il turismo internazionale e degli affari riempie quotidianamente il tablao e diventa visita obbligata a Barcellona di artisti e personaggi di ogni tipo.

LE MEZQUITAS DE PLATA

Con la celebrazione del suo 25° Anniversario nel 1995, l’allora Presidente della Generalitat Pascual Maragall accetta la seconda Mezquita de Plata conferita dal Tablao Flamenco Cordobes Barcelona.

Insieme alla consegna del premio si organizza un Concurso Nacional de Baile y Guitarra (Concorso Nazionale di Ballo e Chitarra) che raggiungerà il picco massimo durante le semifinali e finali. Tutta la magia del ballo si riunisce sul tablao in quella settimana, con una giuria formata da tutti i tipi di leggende del flamenco come Manuela Carrasco, Rafael El Negro, Serranito, Pepa Montes, Ricardo Miño o Rafael, oltre ad altri importanti flamencologi invitati. Assistono anche vari tipi di personaggi del calibro di Pilar López, Matilde Coral o Farruco.

Già nel 2000, arriva il 30° Anniversario con il conferimento della terza Mezquita de Plata a due importanti istituzioni culturali: La Federación de Entidades Culturales Andaluzas de Cataluña (FECAC) y Turisme de Barcelona. Arriva il riconoscimento ufficiale unanime dell’arte culturale del flamenco a Barcellona e in Catalogna realizzata dal Tablao Flamenco Cordobes Barcelona. Insieme alla consegna del premio, si dà inizio al Festival Flamenco de Otoño (Festival Flamenco d’Autunno) di Barcellona con grandi figure del flamenco come Eva “La Yerbabuena”, Israel Galván, La Susi, Rafael de Carmen, Domingo Ortega, Enrique “El Extremeño” ed un lungo eccetera.

Con il 2010 arriva la celebrazione del 40° Anniversario del Tablao Flamenco Cordobes Barcelona presentando un nuovo ciclo di grandi contrattazioni: “La fusión del talento” (La fusione del talento). Coordinato da Belén Maya, attrae tutta l’élite del flamenco, formando un gruppo di artisti di cui si potrebbe dire che, anche se non ci sono tutti gli esponenti, quelli che ci sono, sono tra i migliori.

Nasce, sempre nel 2010, la Fondazione Tablao Cordobes come una maniera di restituire al flamenco e alla sua professione ciò che questa arte ha dato all’azienda e alla famiglia di artisti che la gestisce, con il proposito di rivalorizzare le basi del flamenco, spiegare i suoi valori, classificarli e contribuire al suo premanente protagonismo all’interno del panorama culturale.

Nel 2015, con l’arrivo del 45° Anniversario, Tablao Flamenco Cordobes annuncia grandi progetti per quest’anno. In seguito al successo travolgente che ottiene da due anni con lo spettacolo “Con Carmen Amaya en la Memoria”, creato per l’Anno Carmen Amaya come omaggio alla geniale ballerina e portato in giro per i teatri di tutto il mondo, Tablao Flamenco Cordobes supera sè stesso nel 2015 chiudendo un altro ciclo di contrattazioni, impossibili da trovare in qualunque altro posto. José Valencia, Juana Amaya, José Maya, Jesús Carmona, Karime Amaya, Juan de Juan e, infine chiudendo il ciclo che ha portato tutta la famiglia Farruco su questo palcoscenico, iniziando da suo nonno, colui che viene considerato come il ballerino di flamenco più importante di questo secolo, Farruquito.

Però questa storia non finisce qui... Consulta qui la nostra programmazione!

logo-flamenco-barcelona